• Via Roma, 80 04019 Terracina (LT)
  • Seguici sui Social

Category Archives: Cura dei nostri occhi

Ottobre è il mese della vista

Per tutto il mese di ottobre, su iniziativa di Federottica e dell’Albo degli Ottici Optometristi, migliaia di professionisti iscritti offrono gratuitamente controlli visivi gratuiti per la prevenzione e la compensazione dei difetti visivi

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha redatto un rapporto riguardante l’incidenza dei difetti visivi, che spesso rappresentano una delle cause principali di “cecità funzionale”. Dal Rapporto emerge che il 42% dei deficit visivi è rimediabile attraverso l’uso di adeguati mezzi di compensazione visiva.

Per migliorare la qualità della vista degli italiani, Federottica e Albo degli Ottici Optometristi da anni promuovono una campagna professionale di servizio al pubblico, denominata Ottobre mese della vista. Dal primo al 31 ottobre, infatti, diverse migliaia di ottici optometristi offrono in tutt’Italia la possibilità di sottoporsi a un controllo gratuito della vista, mettendo la propria professionalità al servizio del pubblico.

Ottobre mese della vista è un’occasione di prevenzione assai utile. Attendibili studi in campo optometrico mostrano che un italiano su 5 non si è mai sottoposto ad un controllo specialistico della vista, che oltre il 60% non controlla lo stato di salute dei propri occhi da più di 3 anni e che un cittadino su 4 presenta un difetto visivo non corretto che può incidere negativamente sulla sua vita lavorativa e sul tempo libero.
Quest’anno la campagna Ottobre mese della vista è legata soprattutto ai disturbi visivi dell’età matura, come la presbiopia, che colpisce gli individui in media dal quarantesimo anno di età e che si manifesta con difficoltà di messa a fuoco da vicino. L’allungamento della vita media rende quindi particolarmente interessante la sfida per il miglioramento della vista in età matura.

Inoltre è importante ricordare a chi già utilizza mezzi di compensazione visiva, come occhiali e lenti a contatto, che la loro qualità è inscindibilmente legata all’ottenimento di una efficienza visiva ottimale. E’ opportuno quindi effettuare anche delle periodiche verifiche sull’occhiale ed accertarsi che non abbia subito danneggiamenti o che sia ancora adatto alle proprie esigenze visive, che mutano continuamente negli anni, mentre per quanto riguarda l’utilizzo di lenti a contatto sono necessari un uso corretto e una adeguata manutenzione. In entrambi i casi le raccomandazioni e i consigli del proprio ottico optometrista sono molto importanti.

Ed è questo il messaggio che nel mese di ottobre gli ottici optometristi hanno il dovere di trasmettere, stimolando la consapevolezza nel pubblico dell’importanza di un controllo visivo annuale per una verifica dell’acuità visiva, dello stato refrattivo, di una sufficiente sensibilità al contrasto oltre che alla valutazione dell’interazione visione/equilibrio.

E il tutto con una particolare attenzione a suggerire ulteriori approfondimenti presso lo specifico specialista in tutti quei casi non di propria competenza contribuendo così ad una importante funzione sociale e di sensibilizzazione nei riguardi del Pubblico circa la necessità di porre un’attenzione sempre maggiore alla propria salute.

I cittadini che vorranno approfittare della campagna per controllare la propria vista potranno recarsi presso i centri ottici associati che espongono la locandina di Ottobre mese della vista o contattare l’associazione provinciale di Federottica della propria zona per richiedere indicazioni su tutti i centri ottici che aderiscono all’iniziativa.

“I ritmi frenetici che scandiscono la nostra vita quotidiana -dichiara Giulio Velati, Presidente di Federottica- possono portare a trascurare la necessità di controllare, almeno una volta all’anno, la propria efficienza visiva, al fine di prevenire e correggere eventuali difetti. La qualità della vista incide sulla qualità della vita e sullo svolgimento delle occupazioni quotidiane, ma questo la gente spesso lo dimentica. Ed e’ giusto che siamo direttamente noi a ricordarglielo. Siamo noi, infatti, ottici optometristi, a rappresentare il primo filtro e i primi importanti e fondamentali attori nella sensibilizzazione del pubblico circa l’opportunità di preservare l’efficienza visiva”.

Fonte: Federottica

ottica menichelli - terracinaqottica menichelli - terracina

Consigli per la cura degli occhiali

Qual è il modo giusto per pulire e prendersi cura dei propri occhiali?

Chi porta gli occhiali ama la fantastica sensazione che si prova dopo averli puliti, quando si gode nuovamente di una visione nitida. Non sarebbe meraviglioso se i nostri occhiali fossero sempre puliti e macchie, aloni e impronte appartenessero al passato? Una cura corretta delle lenti non assicura solo una visione migliore, ma prolunga anche la durata degli occhiali. Inoltre una pulizia non appropriata può danneggiare anche lenti dotate di trattamenti all’avanguardia, mediamente più resistenti all’usura. Zeiss fornisce alcuni consigli sulla pulizia degli occhiali, su come si possono pulire le lenti in modo rapido e accurato, ma comunque delicato.

Il consiglio più importante per una pulizia perfetta:

nonostante vengano spesso usati perché a portata di mano, i fazzoletti o le maniche delle camicie non sono certo la soluzione migliore. Capi di abbigliamento e fazzoletti lasciano spesso particelle di polvere o sporco sulle lenti, causando micrograffi. Inoltre il materiale di cui sono fatti potrebbe arrecare seri danni. Ciò compromette gradualmente la qualità delle lenti, peggiorando di conseguenza la performance visiva. Anche se il danno sembra essere solo di natura estetica, c’è di più: la luce viene dispersa attraverso questi micrograffi e può disturbare la visione.

Corretta pulizia degli occhiali – cosa fare

La seguente regola si applica sia per la pulizia accurata degli occhiali a casa sia per la pulizia veloce, ma efficace fuori casa: si dovrebbe iniziare passando delicatamente sulla superficie un panno in microfibra o una salvietta umidificata.

Si potrà utilizzare anche un semplice panno in microfibra, soprattutto quando si devono rimuovere sostanze grasse, ma è meglio inumidirlo prima con uno spray apposito per la pulizia delle lenti per poi pulirle.

Pulizia accurata a casa

Molti portatori di occhiali puliscono le lenti mettendole sotto l’acqua corrente. Per farlo, è sufficiente mettere una goccia di liquido detergente a pH neutro tra le dita fino a formare schiuma da passare poi sulle lenti. Quindi risciacquare sotto acqua corrente, mai calda, asciugare delicatamente ma accuratamente con un panno in microfibra. Attenzione mai usare prodotti troppo aggressivi ad esempio detergenti per piatti oppure per vetri.

I panni in microfibra dovrebbero essere lavati regolarmente, preferibilmente in acqua a non più di 40°C e senza ammorbidente. Altrimenti al successivo utilizzo i panni lasceranno aloni sulle lenti.

Pulizia delle montature – cosa raccomandano gli esperti?

Una cura non corretta può danneggiare anche la montatura.

I seguenti suggerimenti assicurano che la montatura rimanga in perfetto stato come il giorno in cui l’avete acquistata.

Acqua corrente tiepida e una goccia di detergente a pH neutro assicurano una buona pulizia. Tenete sempre gli occhiali dai lati della montatura durante questa operazione, ciò aiuta a evitare la deformazione o, peggio ancora, la rottura della montatura.

Per motivi igienici si raccomanda anche di pulire periodicamente i lati della montatura e i naselli. Questo migliora anche la vestibilità degli occhiali, poiché la rimozione di sostanze grasse ne previene lo scivolamento.

Il modo giusto di riporre gli occhiali

Gli occhiali meritano una custodia adeguata! È bene conservare sempre gli occhiali in una custodia rigida. Se non si ha una custodia rigida a portata di mano, metterli in un luogo sicuro con le lenti rivolte verso l’alto. Inoltre è importante assicurarsi che gli occhiali non siano esposti a caldo estremo. Alte temperature danneggiano anche le lenti o le montature più robuste. Soprattutto le lenti in plastica non devono essere esposte a temperature elevate. Ciò potrebbe avere un effetto negativo sulla durata del trattamento (ad esempio il trattamento antiriflesso). Variazioni estreme di temperatura possono inoltre causare fessure superficiali dovute alle diverse strutture della lente di base e del trattamento. Pertanto, né la custodia né gli occhiali dovrebbero essere lasciati per lunghi periodi in una sauna o sul cruscotto dell’auto in estate o vicino a fonti di calore (es. forni, camini).

Bastano questi pochi e piccoli accorgimenti per far durare più a lungo i tuoi occhiali!

fonte: https://www.zeiss.it/vision-care/home.html